Saggio orittografico ovvero Osservazioni sopra le terre nautilitiche ed ammonitiche della Toscana. Con appendice o indice latino ragionato de' piccoli testacei, e d'altri fossili d'origin marina per schiarimento dell'opera. Dedicato a sua Altezza Reale Pietro Leopoldo Granduca di Toscana ... dal padre d. Ambrogio Soldani abate camaldolese

Dublin Core

Titolo

Saggio orittografico ovvero Osservazioni sopra le terre nautilitiche ed ammonitiche della Toscana. Con appendice o indice latino ragionato de' piccoli testacei, e d'altri fossili d'origin marina per schiarimento dell'opera. Dedicato a sua Altezza Reale Pietro Leopoldo Granduca di Toscana ... dal padre d. Ambrogio Soldani abate camaldolese

Soggetto

Storia naturale

Descrizione

Prima edizione dell’opera del naturalista e matematico toscano dedicata ai microfossili. Nel Saggio Orittografico, uno studio approfondito dei fossili marini, Soldani, pioniere della micropaleontologia e della biologia marina, illustrò molti foraminiferi recenti e fossili tentando di dare di essi una classificazione e stabilendo, per la prima volta, un confronto tra i fossili e le forme viventi. Soldani è, inoltre, ricordato per aver introdotto, nello studio dei terreni, il criterio paleontologico, che insieme al criterio litologico e stratigrafico, fu particolarmente utile per stabilire la cronologia dei terreni. Compì anche studi sulle eruzioni d'idrocarburi della Romagna. Dopo la caduta di areoliti avvenuta in Siena nel 1794, di cui trattò in parecchi suoi scritti, dimostrò, per primo, che le meteoriti sono di origine extratellurica, e fece menzione dei grandi laghi esistiti un tempo in Toscana. Nell’Accademia dei Fisiocritici di Siena, nella sala dedicata all’abate Ambrogio Soldani, si conservano ancora un frammento della pioggia di meteoriti caduta vicino a Siena nel 1794, copie delle sue opere principali e una cassettiera ottocentesca che custodisce la sua raccolta di microfossili, disposti in vasi di vetro e preparati da microscopia.

Antiporta con ritr. calcogr. del dedicatario Pietro Leopoldo Granduca di Toscana. - Le XXV c. di tav. sono incise da Ciro Santi.
Legatura, priva di dorso, in cartoncino fregiato di decori floreali colorati di blu, ocra e verde. -Sul margine sup. del ritr. calcogr. antica segnatura benedettina: XXVIII.4B. - Sul front., in alto a matita, altra segnatura benedettina: P.S.III.E.; timbro ovale nero: Biblioteca di S. Nicola L’Arena, l’attuale collocazione: 1.45.102. e un timbro circolare blu: Biblioteca Comunale Catania. - Il timbro ovale si ripete a p 146 e sul v dell’ultima c. di tav.

Autore

Soldani, Ambrogio

Fonte

1.45.102.

Editore

Pagani, Gioacchino
Pazzini Carli, Vincenzo & figli

Data

1780

Altri autori

Santi, Ciro

Gestione dei diritti

Biblioteche Riunite Civica e A. Ursino Recupero, Comune di Catania, Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali, CNR, Catania

Relazione

FONDO BENEDETTINO_NATURALIA_0238

Formato

VII, [1], 146 p., [1], XXV c. di tav.: ill., ritr. calcogr.; 4º

Lingua

Italiano

Tipo

Testo

Copertura

Siena, Italia, Settecento

Collezione