Civ.Mss.A.10.

Dublin Core

Titolo

Civ.Mss.A.10.

Soggetto

Scienze matematiche
Astronomia

Descrizione

[I. Astronomia e geometria pratica. II. Algebra numerica]
Manoscritto omogeneo. Anonimo.
Cartaceo; fascicoli legati; cc. II, 216, I. Le carte, già numerate a inchiostro in separate sezioni convenzionali, riportano una cartulazione successiva, continuativa e a matita. Tre mani: una dell’autore, una del possessore, Placido Maria Scammacca, e un’altra mano anonima, successiva, che aggiunge una nota al titolo. Poche le carte scritte a piena pagina, moltissime, invece, quelle appena cominciate contenenti brevi appunti. I v di molte cc. sono bianchi. Le cc. 215 e 216 sono bianche. Sulla c. sono visibili due filigrane: un orologio con numeri romani che indicano le ore e un’unica lancetta lunga quanto l’intero diametro del quadrante; un ovale in cui sono inscritti due lettere, I e F, con in mezzo un cuore

Legatura in pergamena. Tagli con macchie di rosso. Sul dorso è inciso in cornice dorata il titolo: Astron ed algebra. Sul r della c. di guardia ant. la collocazione: Civ.mss.A.10. già 1.40.203. A c. 1 timbro circolare blu: Biblioteca Comunale Catania e nota di possesso: Monasterij S. Nicolai de Arenis Catanae ad usum P. D. Placidi M.(ari)a Scammacca à Cata(nae) Romae 1748.

Descrizione interna:

- c. 1r: Codex hic sequentia contenet opuscula. I. Astronomia e geometria pratica. Bencivenni traduz. dal greco. II. Algebra numerica
- c. 1v bianca
- cc. 2r-5v: contengono un embrione di indice, in ordine alfabetico e costituito da una parola significativa seguita da un numero. L’indice è limitato al primo gruppo di carte
- cc. 6r-8r: De sole
- cc. 8v e 9r bianche
- c. 9v: De stellis novis
- cc. 10r-78v: De exalatione; Plures soles; Nivis; De luminaribus; De sideribus; De mare; De sinibus; De anomalia; De rectangulis; De luna; De sonu; De descensione gravium; De pluvia lapidea; De terremota; De capute draconis; De parabola; De planetis; De pruina; Astra; De quadratis; De cubo; Secans; Mathematicus; De refrationibus; De umbra; Per sapere l’altezza mediante l’ombra; …
- cc. 79r-94r: De aere; Circulis positionis; De motu; Pesi; Delle monete; Del valore e nome delle monete; Giografice misurare; Delli pesi; Pesi di speziali
- c. 94v bianca
- cc. 95r-120v: giochi di parole
- cc. 121r-136r: Delli binonomi et apoteme; Questioni arithmetici; De area superficie
- c. 136v bianca
- cc. 137r-214v: Dell’aria d’un cerchio ed il suo diametro …Seguono una serie di problemi geometrici con relativi disegni delle figure e soluzioni ed esercizi di algebra.

 

Il titolo fu attribuito e aggiunto nel 1748 o poco dopo dal possessore padre benedettino catanese Placido Maria Scammacca. La nota che accompagna la prima parte del titolo, Bencivenni, traduz. dal greco, è di altra mano ed è stata aggiunta successivamente. Il titolo fornisce un’indicazione generica del contenuto, poiché, in realtà, il manoscritto contiene una serie di appunti, di definizioni, di soluzioni pratiche di problemi di geometria e di algebra, svolti secondo i metodi che lo studioso di matematica considerava più validi, già delineati nella prima parte del testo. Alcune carte del manoscritto costituiscono, invece, degli intramezzi di svago e distrazione rispetto agli argomenti trattati dal matematico, poichè contengono curiosi giochi di parole.

Fonte

Civ.Mss.A.10. (già 1.40.203.)

Data

Prima metà del 18° secolo

Gestione dei diritti

Biblioteche Riunite Civica e A. Ursino Recupero, Comune di Catania, Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali, CNR, Catania

Relazione

FONDO BENEDETTINO_NATURALIA_0262

Formato

Cartaceo; fascicoli legati; cc. II, 216, I.

Lingua

Italiano

Tipo

Testo

Copertura

Italia, Settecento

Collezione