Les voyages de Jean Struys, en Moscovie, en Tartarie, en Perse, aux Indes, & en plusieurs autres pais étrangers; accompagnés de remarques partìculiéres sur la qualité, la religion, ... A quoi l'on a ajouté comme une chose degne d'etre sue, la Rélation d'un naufrage; dont les suites ont produit des effets extraordinaires. Par monsieur Glanius.

Position: 21 (1 views)

Dublin Core

Titolo

Les voyages de Jean Struys, en Moscovie, en Tartarie, en Perse, aux Indes, & en plusieurs autres pais étrangers; accompagnés de remarques partìculiéres sur la qualité, la religion, ... A quoi l'on a ajouté comme une chose degne d'etre sue, la Rélation d'un naufrage; dont les suites ont produit des effets extraordinaires. Par monsieur Glanius.

Soggetto

Relazioni di viaggi
Scoperte

Descrizione

L’opera è una raccolta delle memorie di viaggio di Struys, marinaio e velista olandese, che si spinge in Europa, Africa e Asia e descrive le svariate città che visita, indagando le abitudini, i costumi religiosi e il modo in cui gli uomini erano soliti intrattenersi. Pubblicato per la prima volta nel 1676, è stato tradotto in diverse lingue, tra cui il francese, inglese e tedesco. Il resoconto dei viaggi di Struys, nonostante il successo popolare, è stato messo in discussione da alcuni autori contemporanei e moderni, in particolare George Curzon e Alfons Gabriel, i quali sostenevano che il libro si discostava dalla descrizione della realtà dei luoghi, e quindi privo di valore, perché, a parer loro, i contenuti erano stati tutti inventati. Tuttavia, nessuno di loro ha fornito prove a supporto di questa tesi, al di là del riferimento alla mappa inesatta del libro del Mar Caspio (infatti Struys avrebbe scritto che la distanza tra l'Ararat e il Mar Caspio era di 50 miglia, in realtà, invece, era più di 150 miglia) e alle sue illustrazioni, la maggior parte delle quali in realtà non hanno riscontro con la realtà, soprattutto per quanto riguarda le notizie relative alla Persia. Una delle tavole, per esempio, mostra una donna che viene scorticata viva per infedeltà, e l’uomo che mostra al suo harem la pelle della povera donna come monito. Sebbene lo scuoiamento si sia verificato nella Persia, questa particolare storia potrebbe non essere necessariamente vera. Invece, la sua rappresentazione di Persepolis era in sintonia con altri disegni di queste antiche rovine.

Front. della pt. 1. stampato in rosso e nero. - Seguono una prefazione e la Table des chapitres des voyages. - Iniz. ornate e finalini xil. - Tit. della pt. 2: Relation du naufrage d'un vaisseau Hollandois nommé ter Schellingh.

Legatura in pelle, sgualcita nei piatti; dorso rinforzato. - Timbro circolare viola: Biblioteca Civica e A. Ursino Recupero sui v delle antiporte, sui front., nelle p. 13, sull’ultima p. della prima pt, sui v delle tavole e a p. 80 della seconda pt. - Sul front. timbro circolare blu: Biblioteca Comunale Catania.

Autore

Struys, Jan Janszoon

Fonte

Preg. D. 21.
già 1.6.313.

Editore

Van Meurs, Jacob

Data

1681

Gestione dei diritti

Biblioteche Riunite Civica e A. Ursino Recupero, Comune di Catania, Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali, CNR, Catania

Relazione

FONDO BENEDETTINO_NAT_0001

Formato

2 pt.: ([16], 360, [16] p., 20 c. di tav. f. t. ripieg.; [6], 80, p.), antip. calcogr.: ill.; 4º

Lingua

Francese

Tipo

Testo

Copertura

Amsterdam, Olanda, Seicento

Collezione