Arte magica annichilata. Libri tre. Con un'appendice.


Dublin Core

Titolo

Arte magica annichilata. Libri tre. Con un'appendice.


Soggetto

Magia
Stregoneria
Esoterismo

Descrizione

L’opera conclude una triade di testi dedicati dall’autore alla magia ed alla stregoneria, Arte magica dileguata (1749), Arte magica distrutta (1750), con i quali l'autore, grande erudito, partecipò attivamente al dibattito di stampo illuminista dell'epoca, riguardo al rapporto tra magia e religione. Negli anni cinquanta Maffei, assieme a Ludovico Antonio Muratori, aprì un dibattito su magia e religione, mettendo in luce l'incompatibilità del cristianesimo, ormai illuminato e ragionevole, con la persistenza della magia. Criticò le tesi di Girolamo Tartarotti, il quale, pur avendo condannato la persecuzione delle streghe, aveva ammesso l'esistenza delle pratiche magiche, mentre Maffei negò con forza ogni intervento soprannaturale manifestando il suo disprezzo per le superstizioni.
Fregi xil. sul front. e nel testo. - Iniziali xil. istoriate. - Dedica a Edoardo Corsini.
Legatura in pergamena. - Tracce di titolo ms sul dorso. - Tagli punteggiati di colore arancione. - Sul contropiatto ant. antica segnatura benedettina: IV. B. - Sul r della c. di guardia attuale collocazione: Preg. D. 11 (già 1.17.13.). - Timbro circolare blu: Biblioteca Comunale Catania sul front. - Timbro circolare viola: Biblioteca Civica e A. Ursino Recupero sul front., a p. 13 e a conclusione dell’indice.

Autore

Maffei, Scipione

Fonte

Preg.D.11.

Editore

Andreoni, Antonio

Data

1754

Gestione dei diritti

Biblioteche Riunite Civica e A. Ursino Recupero, Comune di Catania e Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali, CNR, Catania

Relazione

FONDO BENEDETTINO_NAT_0006

Formato

[8], 328, [8] p. ; 4°

Lingua

Italiano

Tipo

Testo

Copertura

Verona, Italia, Settecento

Collezione