Le pitture antiche d’Ercolano e contorni incise con qualche spiegazione. Tomo secondo

Dublin Core

Titolo

Le pitture antiche d’Ercolano e contorni incise con qualche spiegazione. Tomo secondo
Tomo II

Soggetto

Antiquaria

Descrizione

Il volume fa parte di un ambiziosa iniziativa editoriale patrocinata dal re Carlo III di Borbone, dal titolo “Le antichità di Ercolano esposte”. Fu infatti proprio Carlo III a dare un forte impulso agli scavi nelle antiche città di Pompei e Ercolano, sepolte dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. Il piano dell’opera fu curato da quindici letterati napoletani, dal 1755 riuniti nell’Accademia Ercolanense proprio allo scopo di studiare le antichità vesuviane. Le numerose illustrazioni, tutte di grandi dimensioni e incise con la tecnica dell’acquaforte, furono eseguite da un gruppo di pittori e incisori della scuola di Portici

Fonte

Fondo Benedettino - Biblioteche Riunite "Civica e A. Ursino Recupero"

Editore

Napoli, nella Regia Stamperia

Data

1760

Altri autori

Morghen, Filippo

Gestione dei diritti

CNR\nAll rights reserved by the source institution

Relazione

Le antichità di Ercolano esposte

Formato

[16], 339, [10] p., 60 c. di tav. calcogr. n.t.; fol.

Lingua

Italiano

Tipo

text

Identificatore

IBAM_FB_Antiq_0059

Copertura

Napoli, Italia, Settecento

Collezione