Francisci Maurolyci messanensis praeparatio ad Archimedis opera.
[Haec duo Archimedis Opera, de Spiralibus Lineis unum, alterum de Conoidibus, & Sphaeroidibus figuris correcta, in facilitate redacta, & multis adaucta demonstrationibus, studio, industriaque Francisci Maurolici hic Castellobono expleta sunt].

Dublin Core

Titolo

Francisci Maurolyci messanensis praeparatio ad Archimedis opera.
[Haec duo Archimedis Opera, de Spiralibus Lineis unum, alterum de Conoidibus, & Sphaeroidibus figuris correcta, in facilitate redacta, & multis adaucta demonstrationibus, studio, industriaque Francisci Maurolici hic Castellobono expleta sunt].

Soggetto

Filosofia della scienza

Descrizione

Si può ipotizzare che questa edizione del 1549, non menzionata tra gli studi sul Maurolico e non presente su SBN, sia il nucleo preparatorio per l’opera data alle stampe nel 1685 a Palermo, Admirandi Archimedis syracusani monumenta omnia mathematica quae extant [...] ex traditione Francisci Maurolyci. Dal colophon ricaviamo le notizie relative al contenuto dell’opera ma anche il luogo e la data di pubblicazione. Infatti, proprio in quegli anni, il Maurolico, uomo dottissimo che scrisse opere sui più svariati argomenti (astronomia, meccanica, ottica, geometria, filosofia, storia civile e letteraria), al seguito dell’amico e mecenate Giovanni Ventimiglia, ritornato da un viaggio in Terrasanta (1542-43), lasciò Messina per soggiornare nelle dimore della nobile famiglia dei Ventimiglia tra Castelbuono, Geraci e Palermo. In questi luoghi conciliò gli obblighi di familiare dei marchesi di Geraci, quale era divenuto, a una intensa attività di studio e di ricerca. L’opera mostra il suo profondo interesse verso i matematici greci, di cui tenta di recuperarne e valorizzarne il sapere rimettendo in circolazione i testi fondamentali per lo sviluppo della scienza, come fa qui con la riproposizione degli scritti di Archimede. Il volume racchiude le traduzioni dal greco, operate dal Maurolico, dei seguenti scritti: De circuli dimensione; De sphaera et cylindro; De momentis aequalibus; Quadratura parabolae; De lineis spiralibus; De conoidibus & sphaeroidibus figuris.

Iniziale ornata e finalini xilogr.
Legatura in pergamena con titolo manoscritto sul dorso. - Sul contropiatto ant. antica collocazione benedettina: XXVII. A. - Sul r della c. di guardia attuale collocazione: Preg. A. 123. (già 1.50.64) e sul v nota ms: D. Archimede, Castellbono 1549. - A p. 1 timbro circolare blu: Biblioteca Comunale Catania.

Autore

Maurolico, Francesco

Fonte

Preg.A.123.
(già 1.50.64.)

Data

1549

Altri autori

Archimede

Gestione dei diritti

Biblioteche Riunite Civica e A. Ursino Recupero, Comune di Catania, Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali, CNR, Catania

Relazione

FONDO BENEDETTINO_NAT_0019

Formato

275, [1] p.: ill.

Lingua

Latino

Tipo

Testo

Copertura

Castelbuono, Italia, Cinquecento

Tag